Testimonianze - Associazione - I PELLEGRINI - Verona

Vai ai contenuti

Menu principale:

Testimonianze

relazioni uscite > Turchia 2012 - Camminando con S.Paolo



Di ritorno dal pellegrinaggio in Turchia "camminando con S.Paolo" sottolineo alcune impressioni forti.

La prima impressione è stata nell'entrare in SANTA SOFIA (la Divina Sapienza), prima chiesa, poi moschea e ora museo.
La grandiosità, l'armonia della costruzione, l'architettura e soprattutto i mosaici bizantini ancora vividi e restaurati: il Cristo e diverse Madonne con il bambino.
Guardare, ammirare e lasciarci guardare dalla dolcezza dei volti mariani.

L'incontro con il Patriarca Sua Santità BARTOLOMEO PRIMO al Fanar.
Incontro breve, ma ricco di significato, con nel cuore la supplica a Dio Padre per l'unità della Chiesa e il rispetto per tutte le religioni.

A TARSO , patria di S. Paolo e  incontro con una piccola realtà cristiana (tre suore)in un mondo mussulmano.
Ho constatato la fragilità e la debolezza ma insieme l'eroismo di una presenza dentro un contesto difficilissimo, prima islamico e ora anche laicista.

La  MESSA AD ANTIOCHIA di Piscidia nell'abside della Chiesa di S. Paolo sopra la Sinagoga dove Paolo aveva predicato la Morte e la Risurrezione del Signore (Atti 13,13-25 e 32-52)
Quell'Annuncio di Cristo Morto e Risorto, nella Messa è stato possibile realizzarlo come Avvenimento di Grazie e di Misericordia.
Un mistero più grande delle proprie possibilità umane e dei propri calcoli oggettivi. Mistero di fede.

Visita alla CHIESA di LAODICEA, una delle sette chiese dell'Apocalisse (Ap.3,14-22)
Il lavoro di restauro è ancora in atto, e quello fatto è ad arte, ma ripensare in quel luogo alla frase : "sto alla porta e busso" (Ap. 3,20) mi sono sentito interpellato ad aprire il mio cuore sempre e con larghezza.

EFESO: tutto, ma in particolare mi ha commosso la BASILICA del CONCILIO (naturalmente ruderi come ovunque) dedicata alla Madre di Dio "THEOTOKOS" dove nel 431 si tenne il 3° Concilio Ecumenico che
proclamò Maria Madre di Dio.
Fu la prima chiesa dedicata alla Madonna il che può costituire un indizio della Sua presenza in questa città.
Recitare l'Ave Maria  (…Santa Maria Madre di Dio…) in quel luogo è stato Grazia!

Per ultimo sottolineo l' INCONTRO con le PERSONE  soprattutto nei villaggi durante i giorni del cammino a piedi per l'accoglienza, la disponibilità, l'offerta del the o di frutta, la simpatia…..

Grazie a chi ha organizzato, a chi ha potuto partecipare, alla guida Sig. Murat e a Dio per l'arricchimento umano, spirituale, culturale e fraterno vissuto assieme.

Don Mario Urbani

 
Torna ai contenuti | Torna al menu